Maxi – emergenza: prevenzione e gestione dell’incidente aeronautico

LA MAXI EMERGENZA IN AEROPORTO

La gestione delle maxi emergenze in generale richiede molta preparazione. La gestione delle maxi emergenze in aeroporto presenta delle ulteriori difficoltà vista la “natura” del luogo dell’evento.

Maxi – emergenza: prevenzione e gestione dell’incidente aeronautico

Abbiamo avuto l’opportunità di leggere in anteprima il manuale, scritto dal dott. Gaetano Dipietro, direttore della Centrale Operativa 118 di Bari e BAT, e dall’ ing. Cosima Nastasia, safety manager di Aeroporti di Puglia.

La nostra lettura era “viziata” dai numerosi eventi formativi organizzati presso il nostro centro di formazione, circa la gestione delle maxi emergenze, e dalle diverse esercitazione a cui abbiamo partecipato, organizzate da Aeroporti di Puglia.

corso maxi emergenza simulazione incidente aereo

Il manuale si può dividere idealmente in 2 sezioni.

Una relativa al soccorso vero e proprio. Quali sono le principali difficoltà in caso di interventi di questo tipo, dove possono essere coinvolti un gran numero di pazienti, e una seconda parte dove si entra nel dettaglio del mondo aeroporto, con le sue regole, le sue criticità e il suo essere un luogo sensibile.

Una lettura che consigliamo a chiunque si occupi di soccorso ed emergenza sanitaria.
Lo potete trovare su Amazon cliccando qui.

Incidente maggiore e catastrofe: le differenze

INCIDENTE MAGGIORE E CATASTROFE: 2 EVENTI DIVERSI

In entrambi i casi si parla di maxi emergenza, ma tra incidente maggiore e catastrofe esiste una netta distinzione. Sono 2 tipi di eventi diversi, con modalità di intervento altrettanto differenti.

MAXI EMERGENZA

Una maxi emergenza può essere un incidente maggiore o una catastrofe.
Con il termine maxi emergenza si identifica un evento che scatena un improvviso sconvolgimento della consueta e quotidiana attività di soccorso. Immaginate un qualsiasi giorno dell’anno, con i classici interventi da parte di forze dell’ordine, vigili del fuoco, 118 etc, quando all’improvviso arriva una telefonata in cui si da l’allarme per un evento che ha coinvolto circa 50 persone.

Da un secondo all’altro ci si trova improvvisamente con un grosso evento da gestire, dovendo garantire comunque il servizio di soccorso ordinario, ovvero chi ha un arresto cardiaco, un infarto, o qualsiasi altro tipo di emergenza.

INCIDENTE MAGGIORE

scontro tra treni andria corato

Un incidente maggiore si definisce tale quando le strutture di soccorso sono integre. Ovvero a seguito dell’allerta sono disponibili e pronti a muovere.

Il numero dei feriti non è superiore a 50, e il luogo dell’evento è ristretto geograficamente, cioè non ha un’eccessiva estensione territoriale.

Infine, la durata della gestione dell’incidente maggiore è non superiore alle 24 ore.

Per fare qualche esempio, un incidente maggiore può essere un incidente ferroviario, o un maxi tamponamento di grande entità con molti feriti.

CATASTROFE

La catastrofe presenta diverse differenze rispetto all’incidente maggiore. È un evento improvviso che ha grosse conseguenze sulla collettività (cosa che l’incidente maggiore non implica). La maggior parte delle volte è legata ad eventi naturali, come terremoti, alluvioni, uragani, etc, ma può essere di carattere tecnologico (come un incidente industriale di grosse dimensioni ad esempio) o di tipo conflittuale/sociologico (epidemie, terrorismo, etc.).

I soccorsi non sono immediatamente disponibili, perchè possono essere coinvolti direttamente (a seguito di un sisma, può crollare la caserma dei vigili del fuoco, per es.) o comunque le strade e i ponti non sono percorribili, quindi i soccorsi sono disponibili, ma non riescono a raggiungere i feriti.

Ha un estensione territoriale vasta, e anche l’allerta può coinvolgere città o regioni diverse da quelle dell’evento. Esempio, a causa di un sisma i feriti possono essere portati in ospedali in altre città  o in una regione limitrofa.

Ha un’estensione temporale superiore alle 24 ore.

CONCLUSIONE

Spesso i due termini, incidente maggiore e catastrofe vengono scambiati o usati in maniera impropria, ma come avete avuto modo di leggere sono molto diversi tra loro e prevedono una logica del soccorso molto diversa. Per approfondire il tema potrebbe interessart il nostro corso sulla gestione dell’incidente maggiore. Lo trovi cliccando qui.

Ti suggeriamo anche di visitare il sito AIMC – Associazione Italiana Medicina delle Catastrofi.

METHANE: le informazioni da comunicare in caso di incidente maggiore

METHANE: ovvero cosa dire in caso di incidente maggiore

È un acronimo molto semplice per ricordarsi cosa, e in quale ordine dare le informazioni ai servizi di emergenza.
Spesso in situazioni di emergenza è molto facile essere presi dal panico, il che rende complessa la comunicazione con il numero unico di emergenza.

Una corretta telefonata al 112 può fare la differenza.

L’acronimo di origine anglo sassone METHANE è utilizzato in caso di incidente maggiore (o maxi emergenza).
Ogni lettera ha un suo significato ed è importante seguire il corretto ordine.

Con incidente maggiore si intende un evento in cui tutti gli enti soccorso (Vigili del Fuoco, Polizia, Carabinieri, 118, etc) sono disponibili e pronti ad intervenire (differentemente dalla catastrofe, come un terremoto ad esempio, in cui le strade sono distrutte e i soccorsi hanno difficoltà a raggiungere il luogo dell’evento).
Nell’incidente maggiore inoltre  e i
l numero dei feriti è compreso più o meno tra i 10 e i 50.

Altra caratteristica dell’incidente maggiore è l’estensione territoriale, che non deve essere estesa, e la gestione dell’evento non dura più di 24 ore.

In caso di incidente maggiore (o maxi emergenza) la chiamata di soccorso deve rispondere a certi requisiti col fine di acquisire il maggior numero di informazioni utili per un adeguato e tempestivo soccorso. Le informazioni necessarie sono racchiuse all’interno dell’acronimo METHANE.

Abbiamo indicato il significato di ogni singola lettera in italiano e la sua traduzione inglese:

METHANE:

  • Incidente maggiore -Major Incident 
  • Esatta Localizzazione – Exact location
  • Tipo d’incidente – Type of incident
  • Pericoli – Hazards
  • Accesso – Access
  • Numero e tipologia di feriti – Number and type of casualties
  • Servizi di emergenza richiesti o già presenti Emergency services present and required

Vi spieghiamo meglio il suo significato in questo video


Se ti interessa questo argomento, dovresti approfondire la gestione degli incidenti maggiori.
Leggi il programma di questo corso

programma del corso gestione incidente maggiore 118

Incidente ferroviario nella metro di Londra. Ma è solo una simulazione di emergenza.

Non allarmatevi. E’ tutto falso. Ma il tutto non è stato causato da una falsa telefonata o uno scherzo di qualche folle.
No, era tutto organizzato. Ed è stato fatto per allenarsi. Ed è durata 4 giorni.
Era una giornata di formazione organizzata dal LONDON FIRE BRIGADE.
Vi spiego come hanno fatto.
La storia è questa: un palazzo crolla sopra la stazione della metropolitana Waterloo, causando il deragliamento dei treni, con vagoni che finiscono uno sopra l’altro, tante macerie, tante vittime, tanta polvere:

incidente ferroviario londramacerie

Le vittime non erano passanti. Hanno fatto un vero e proprio gioco di ruolo. Erano truccati in maniera realistica e urlavano e scappavano in preda al finto panico, e restavano fermi immobili perchè così gli era stato detto di fare

feriti

Sceneggiatura e figuranti a parte, cosa si fa in una situazione del genere? Chi interviene e in che modo.
I fattori in campo sono diversi: ovvero la disponibilità di mezzi e di quali mezzi (ambulanze, ambulanze medicalizzati, quadre di intervento dei vigili del fuoco, cani da ricerca). C’è qualcuno che li coordina? Chi è?

Ebbene queste esercitazioni sono fatte per mettere in pratica e testare quelli che sono chiamati piani di maxi emergenza, da utilizzare in caso di attentati o incidenti. La preparazione e l’organizzazione come al solito fa la differenza.
La simulazione è la più grande mai realizzata in Europa.
Abbiamo chiesto ad uno dei figuranti se era andato tutto bene. Ha detto di si
ferito felice

Potrebbe interessarti anche http://www.goodforlab.it/corso/corso-gestione-evento-maggiore/

 

Foto: La Repubblica