Defibrillatore nelle Società sportive. Cosa dovete sapere.

By 24 Novembre 2016News

Dal 1 Gennaio 2017, sarà obbligatorio per le società sportive dilettantistiche possedere un defibrillatore semiautomatico e persone formate al suo utilizzo. (Cliccando qui trovi il testo della legge)

Defibrillatore per le società sportive: è un obbligo.
È un’ulteriore spesa da sostenere, è vero, ma prima di fare questo investimento, è meglio sapere cosa acquistare evitando di avere fregature.
Un defibrillatore andrà acquistato: meglio prenderne uno che dia garanzia e non acquistarne uno che tra qualche hanno dovremo cambiare.

Defibrillatore in palestra: perchè?
Le morti per arresto cardiaco sono tantissime, e ogni giorno in Italia, tantissime persone, allenate o meno, adulti e bambini, vengono colpiti da arresto cardiaco improvviso.
Quando una persona viene colpita da arresto cardiaco, se non soccorsa in tempo, muore. Non si riprende da sola. Quindi è importante fare qualcosa e farla subito.

Perchè dopo 10 minuti i danni cerebrali saranno irreversibili. Ed è importante che tutti sappiano come comportarsi perchè il tempo di percorrenza medio di un’ambulanza in ambiente urbano è di 8 minuti, sempre che l’ambulanza non sia impegnata in un altro intervento.

Se fate i conti capirete bene che aspettare l’intervento di personale sanitario non basta.

Defibrillatore: guida all’acquisto.

Esistono molti defibrillatori in commercio. Non tutti purtroppo sono validi e non dovrebbero neanche essere commercializzati. Su internet ne potrete trovare tantissimi a prezzi molto bassi. Forse troppo bassi.
Siate accorti.
È vero, potete risparmiare, ma ricordatevi che state comprando uno strumento salva vita. Evitate come è già successo purtroppo, di acquistare defibrillatori che al momento dell’uso non funzionano.

Quali informazioni chiedere:

  • Chiedete la garanzia che durata ha (e sopratutto se ne esiste una!)
  • Chiedete come funziona l’assistenza (e sopratutto se ne esiste una!)
  • Chiedete la manutenzione che costi ha (esistono defibrillatori da 600 € e la sostituzione delle batterie costa 400€. Un po costose queste batterie eh’)
  • Tempi di consegna e sostituzione degli elettrodi (gli elettrodi sono monouso e hanno una scadenza)
  • Possibilità di aggiornare il software
  • Chiedete se è bifasico (esistono quelli monofasici, che sono meno efficaci)
  • In quanto tempo scarica lo shock
  • Chiedete se ha un sistema di feedback (quelli con feedback vi guidano passo passo e vi correggono se fate un massaggio cardiaco non corretto).

Le ditte serie, che producono defibrillatori seri, esistono.
C’è ZOLL, c’è PHILIPS, c’è LAERDAL,  c’è LIFEPACK solo per citarne alcune.

Queste sono tra le marche presenti nelle ambulanze e negli ospedali.
Un motivo ci sarà.

Il 2015 ha decretato ZOLL il migliore tra i defibrillatori semiautomatici, se vi interessa leggere perchè potete cliccare qui.

defibrillatore zoll GOODFOR LAB

AED Plus – ZOLL

Uso del defibrillatore: il corso BLSD
Per utilizzare il DAE è richiesto un corso, il BLSD.
È un corso della durata di 5 ore, diviso tra teoria e pratica (più pratica che teoria) dove viene insegnato come riconoscere una persona colpita da arresto cardiaco, come effettuare correttamente la rianimazione cardio polmonare, la manovra di disostruzione delle vie aeree come si utilizza il defibrillatore.

Imparerete manovre che vi potranno tornare utili a casa, a lavoro e per strada, anche se non avete un defibrillatore con voi, avrete gli strumenti per mantenere in vita una persona.

Maggiori informazioni sul corso BLSD cliccando qui.

Leave a Reply

Chiama ora

Navigando su questo sito, sei d'accordo sull'utilizzo dei cookies Maggiori info

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Chiudi